cwmun-nyc-banner

 ISCRIVITI ORA

 

Change the world Model UN NEW YORK CITY – (16 – 18 Marzo 2018)

Change the World Model UN New York è l’unico Model UN organizzato a NYC da un ente non Americano: si terrà dal 16 al 18 Marzo 2018.

model un new yorkE’ il più prestigioso tra tutti gli eventi legati al CWMUN World Program: vi hanno preso parte più di 2000 studenti provenienti da oltre 100 paesi differenti che hanno lavorato in qualità di ambasciatori alle Nazioni Unite degli stati membri nonché in qualità di ministri e premier nelle simulazioni del G8, G20, World Bank e Fondo Monetario internazionale. L’intervento di ospiti internazionali di primissimo piano della politica e della diplomazia mondiale fanno del CWMUN di NYC il più prestigioso forum internazionale dove gli studenti possono confrontarsi con i leader di oggi, affermare le proprie idee per uno sviluppo sostenibile del pianeta fondato sui valori della democrazia e della tolleranza, e aspirare a diventare i leader del domani.

Il tema principale della conferenza Change the World Model UN New York 2017 è stato “Africa in motion: migrations, economic growth and conflicts”. La cerimonia di inaugurazione del CWMUN è il momento più rappresentativo ed emotivamente coinvolgente per i partecipanti, e si è svolta come ogni anno nella sala dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Allo stesso modo, i lavori di simulazione si sono tenuti interamente all’interno della struttura del Segretariato Generale ONU, lo storico quartier generale di New York.

 Le ultime edizioni sono state inaugurate, presso la sala dell’Assemblea Generale dell’ONU, da S.E. Sebastiano Cardi, Ambasciatore della Missione Permanente d’Italia presso le UN; S.E Maged Abdelaziz, Special Adviser to the Secretary-General on Africa; Ahmad Alhendawi Inviato Speciale per la Gioventù del Segretario Generale delle Nazioni Unite; Letizia Moratti Co‐Fondatrice della Fondazione San Patrignano e Presidente del CWMUN; Lakshmi Puri Deputy Executive Director di UN Women; Amir Dossal, Fondatore e CEO di Global Partnerships Forum; Livia Pomodoro, Presidente del Milan Center for Food Law and Policy ed ex Presidente del Tribunale di Milano; Prof. Lucio Caracciolo, Direttore della rivista LIMES; Paolo Magri, vice direttore di ISPI; Andrea Pirlo, Campione del mondo di calcio 2006;  Prof. Salvatore Carrubba Presidente dell’ International Board di Associazione Diplomatici e ex Direttore del Sole24Ore; Marco Tardelli vincitore dei Campionati mondiali di calcio 1982 e Goodwill Ambassador di CWMUN.

cwmun2016_PirloLa possibilità di confrontarsi con studenti provenienti da ogni parte del mondo e quella di convincere i propri partners che la soluzione proposta è la migliore possibile, anche per chi è portatore di interessi differenti, è unita ad una profonda conoscenza delle diversità culturali di cui ciascuno è espressione. Il rispetto di tali differenze, senza mai rinunciare alla critica costruttiva, la capacità di problem solving, la determinazione nel difendere le proprie posizioni senza mai precludersi il confronto con quelle altrui, sono elementi imprescindibili per ottenere un consenso diffuso e potere affermare l’esercizio di una leadership positiva. L’applicazione costante di tale modello, in lingua inglese e in un contesto pienamente internazionale, costituisce uno strumento irrinunciabile per un ingresso produttivo nel mercato del lavoro globale.

 

Organi e Commissioni della Conferenza

Di seguito l’elenco delle Commissione simulate al Change the World Model UN New York. NB. Non tutte le Commissioni vengono attivate per Scuole e Università. Per maggiori dettagli, invitiamo a consultare il sito www.cwmun.org.

ASSEMBLEA GENERALE 1st Committee (GA1 – DISEC)
Il Disarmament and International Security Committee (DISEC) si occupa di disarmo e minacce alla pace che posso colpire la comunità internazionale e cerca di garantire il regime di sicurezza internazionale. Sono considerate questioni che rientrano nel campo di applicazione della Carta dell’ONU: i principi generali della cooperazione per il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, nonché dei principi che disciplinano il disarmo e la disciplina degli armamenti, la promozione di accordi di cooperazione e di misure volte a rafforzare la stabilità attraverso livelli più bassi di armamenti .
ASSEMBLEA GENERALE 3rd Committee (GA3)
Il Social, Humanitarian and Cultural Affairs Committee (3rd Committee) ha in agenda tematiche sociali ed umanitarie a carattere internazionale, tra cui diritti umani, progresso della donna, difesa dei minori, protezione dei popoli indigeni, politiche di accoglienza dei rifugiati, promozione delle libertà fondamentali tramite l’eliminazione del razzismo e delle discriminazioni razziali, diritto all’autodeterminazione.
Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC)
Il Consiglio Economico e Sociale, costituito da 54 Stati membri, è uno degli organi principali delle Nazioni Unite, ed ha il compito di coordinare l’attività economica e sociale delle 14 agenzie specializzate delle Nazioni Unite, delle commissioni funzionali e delle cinque commissioni regionali. L’ECOSOC costituisce il foro centrale di discussione delle questioni internazionali economiche e sociali, ed ha la possibilità di formulare raccomandazioni politiche rivolte agli Stati membri e al sistema delle Nazioni Unite. Rappresentanti di organizzazioni non governative selezionate prendono parte alle assemblee del Consiglio e godono di Status Consultivo.
Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP)
Il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente è un’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di coordinarne le attività ambientali, nonché di fornire assistenza ai Paesi in via di sviluppo per il miglioramento delle politiche di protezione ambientale. L’attività dell’UNEP considera numerose tematiche ed aspetti riguardanti l’atmosfera, gli ecosistemi marino e terrestre, la governance ambientale, la green economy. Svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo di Convenzioni ambientali internazionali, sostiene la ricerca e l’informazione scientifica ambientale, coopera con governi nazionali, istituzioni regionali ed organizzazioni non governative ambientali per lo sviluppo e il miglioramento delle politiche ambientali esistenti.
Commissione delle Nazioni Unite sullo Status delle Donne (UNCSW)
La Commissione delle Nazioni Unite sullo status delle donne è una commissione funzionale del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite, uno dei maggiori organismi del sistema appartenente all’Organizzazione delle Nazioni Unite. Ogni anno, i rappresentanti degli Stati membri si riuniscono nella sede delle Nazioni Unite a New York per valutare i progressi nel campo dell’eguaglianza di genere, identificare le nuove sfide, stabilire standard globali e formulare politiche concrete per promuovere l’uguaglianza di genere e l’avanzamento delle donne a livello mondiale. Gli Stati membri, inoltre, partecipano alle commissioni preparatorie, delineano strategie, tengono riunioni di mediazione e network sui vari argomenti in agenda che devono essere negoziati in diverse commissioni e lavorano come poli d’influenza e membri attivi alle conferenze.
Consiglio di Sicurezza (SC)
La responsabilità principale del Consiglio di Sicurezza è il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale. E’ costituito da 15 Membri, ciascuno dei quali avente diritto di voto. Secondo quanto affermato dalla Carta costitutiva, tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno il dovere di attenersi alle decisioni del Consiglio. Ha il compito di determinare l’esistenza di una minaccia alla pace o di una possibile aggressione, di richiamare le parti in opposizione a risolvere la discordia attraverso l’uso di mezzi pacifici, di raccomandare metodi o termini di accordo. In casi specifici, il Consiglio può imporre sanzioni o autorizzare l’uso della forza per mantenere o ripristinare la pace e la sicurezza internazionale.
UNICEF
Istituito dall’Assemblea Generale dell’ONU l’11 dicembre 1946 come Fondo di emergenza per assistere i bambini dei paesi europei (Italia inclusa) nella fase post-bellica, nel 1953 l’UNICEF è divenuto permanente con un mandato rivolto all’infanzia di Africa, Asia e America Latina. Pur avendo Statuto semi-autonomo, l’UNICEF è parte integrante dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e opera oggi in 156 Paesi e territori (in via di sviluppo ed emergenti) con programmi di assistenza diretta, e in 36 Paesi industrializzati con i Comitati Nazionali, dediti alla raccolta di fondi e alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica.
Economic Commission for Africa (ECA)
La Commissione economica per l’Africa (ECA) è stato istituita dal Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite nel 1958 come una dei cinque commissioni regionali delle Nazioni Unite. Il mandato della Commissione economica per l’Africa è quello di promuovere lo sviluppo economico e sociale dei suoi stati membri, a favorire l’integrazione intraregionale, e promuovere la cooperazione internazionale per lo sviluppo dell’Africa. La Commissione economica per l’Africa riconosce l’importanza di focalizzare l’attenzione sulle esigenze specifiche dell’Africa, in particolare nel quadro della realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).
Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP)
Organizzazione internazionale per l’attuazione del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, organo sussidiario dell’Assemblea generale dell’ONU, come l’UNEP e l’UNIDO. Istituita nel 1965 per svolgere la funzione di agenzia centrale di finanziamento e coordinamento delle attività di cooperazione allo sviluppo delle Nazioni Unite, ha sede a New York e uffici locali in 129 Stati. Opera in 4 aree principali: riduzione della povertà, su cui il rapporto annuale dell’UNDP è di notevole rilievo; raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs); democrazia, prevenzione e cura delle crisi; ambiente e sviluppo sostenibile. L’UNDP realizza progetti consistenti essenzialmente nel trasferimento di tecnologie, nell’invio di tecnici esperti e nell’addestramento di personale proveniente dai Paesi in via di sviluppo.
Historical Security Council (HSC)
Il Consiglio di Sicurezza “Storico” è una commissione speciale, ma rispecchia il funzionamento del Consiglio di Sicurezza e della maggior parte degli altri comitati. Tuttavia, tutti gli argomenti si riferiscono a un determinato periodo di storico e i delegati hanno il compito di rievocare il punto di vista dei loro paesi durante quella circostanza. L’edizione del 2017 prevede la risoluzione della crisi arabo-israeliana del 1967, conosciuta anche come “Guerra dei Sei Giorni”.
Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO)
L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, è un’agenzia specializzata delle Nazioni Unite con lo scopo di contribuire ad accrescere i livelli di nutrizione, aumentare la produttività agricola, migliorare la vita delle popolazioni rurali e contribuire alla crescita economica mondiale. La FAO lavora al servizio dei suoi paesi membri per ridurre la fame cronica e sviluppare in tutto il mondo i settori dell’alimentazione e dell’agricoltura. Fondata il 16 ottobre 1945 a Québec, nel Canada, dal 1951 la sua sede è stata trasferita da Washington a Roma presso il Palazzo FAO. Da novembre 2007 ne sono membri 191 paesi più l’Unione europea.

 

Partecipare al CWMUN NEW YORK

Per prendere parte alla Conferenza di New York è necessario seguire l’intero percorso formativo previsto. Questo è articolato in due momenti: uno sulle tematiche geopolitiche internazionali, il Global Affairs Course, e uno specifico sul funzionamento delle Nazioni Unite, UN Delegate Course, per accedere al quale sarà necessario superare una specifica prova di selezione.

RESTIAMO IN CONTATTO

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sui progetti di Diplomatici ed FLS. Riceverai offerte esclusive e tutte le news relative ai nostri eventi in Italia e nel mondo.

Le tue informazioni personali non saranno condivise con soggetti terzi.