Anche Clinton e Ancelotti tra gli speaker del Change The World 2018

Agi agenzia italia

(AGI) – Roma, 9 marzo 2018 – Ci saranno anche Bill Clinton e Carlo Ancelotti ad accogliere i tremila ragazzi che dal 15 al 18 marzo daranno vita all’edizione 2018 del ‘Change The World’, la simulazione dei lavori delle Nazioni Unite riservata agli studenti all’interno del Palazzo di Vetro di New York. Provenienti da oltre 110 Paesi del mondo, gli studenti lavoreranno divisi in commissioni tematiche su argomenti degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. E quest’anno tra gli speaker figurano l’ex presidente degli Stati Uniti – il più giovane di sempre al momento dell’elezione (46 anni) – e l’ex allenatore di Real Madrid, Chelsea, Bayern e Juventus (Ancelotti ha guidato anche Milan e Parma), che terranno due relazioni nei primi giorni dell’evento.

Change The Word’ è organizzata dall’Associazione Diplomatici, guidata da Claudio Corbino (nella foto di apertura, tra Marco Tardelli, Maria Latella e Giuseppe Scognamiglio). Una ong con status consultivo speciale presso il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite. L’obiettivo dell’associazione – sostenuta da istituzioni nazionali e internazionali tra le quali il ministero degli Esteri, la Camera dei Deputati, la Missione permanente italiana presso l’Onu – è di “offrire una formazione complementare a quella che si svolge nelle aule universitarie e scolastiche al fine di consentire agli studenti di acquisire skills necessarie nel mondo del lavoro e di orientarsi nella scelta del percorso universitario o professionale, con un particolare focus sulle carriere internazionali”, si legge sul sito.

Dice Marco Tardelli, ‘good will ambassador’ dell’Associazione: “In una squadra tutti vogliono essere leader, ma non esiste nessun leader senza i propri compagni di squadra. Le qualità di ognuno devono emergere per arrivare a migliorare se stessi e raggiungere gli obiettivi di una squadra”. Aggiunge Maria Latella, giornalista e conduttrice televisiva, che a Roma ha presentato il prossimo evento di metà marzo: “Il tempo impiegato a New York è costruttivo, di apprendimento. Si entra nel mondo della diplomazia e dei meccanismi di funzionamento. Si inizia a capire che siamo puntini in un vasto mondo, e messi insieme facciamo accadere le cose”.

Diplomatici è il primo ente italiano ad aver preso parte ad un Model UN, ed è l’unico ente non americano organizzatore di una Conferenza MUN a NYC, il Change the World Model United Nations (CWMUN) ormai divenuto tra i più grandi e apprezzati forum studenteschi al mondo.

Potrebbe anche interessarti

[index]
[index]