#iorestoacasa e scrivo i miei pensieri

Può sembrare una cosa da teenager, ma non stiamo parlando di scrivere un diario segreto con tanto di lucchetto. Quanto, piuttosto, di mettere nero su bianco ciò che si tiene chiuso dentro, qualcosa di cui non vogliamo parlare neanche con i nostri amici più cari, quei pensieri che non diremmo ad alta voce e che, in fondo, ci danno un po’ il tormento. Scrivere è liberatorio, metterli sulla carta ci farà sentire meglio, ci darà conforto. Lo hanno fatto i più grandi poeti e scrittori…con risultati notevoli. Non pensate?

Proviamo a decifrare cosa vorremmo diventare in futuro, che tipo di persona vorremmo essere. Ci aiuterà a focalizzare meglio i nostri obiettivi e il percorso da intraprendere. Magari un ambasciatore che porta pace nel mondo? Forse un volontario che ogni giorno si batte per dare agli altri quello che non hanno e garantire un futuro migliore per tutti? Se vi appassiona la carriera internazionale, scoprite sul nostro blog le tante figure che possono fare la differenza nel mondo. Magari anche voi sarete protagonisti di un cambiamento!

Facciamo una lista di posti che vorremmo visitare non appena sarà finito questo momento. Riportiamo gli amici che non vediamo l’ora di incontrare, corsi che desideriamo frequentare, discipline sportive che abbiamo pensato di provare…e chi più ne ha più ne metta! «Scrivere significa vivere» scrisse la poetessa russa Marina Cvetaeva in uno dei suoi taccuini che cuciva a mano. Ed effettivamente è innegabile che scrivere, come leggere, aiuta a pensare ed esprimersi meglio.

Se avete voglia di scrivere ma non sapete da dove cominciare potete cercare su internet corsi di scrittura o di scrittura creativa, che vi guideranno in un percorso completo dalla A alla Z su tutto quello che c’è da sapere e conoscere prima di iniziare a scrivere un pensiero, un testo o un racconto.

Insomma, che aspettate? Scegliete voi se essere tradizionalisti usando carta e penna o tecnologici con il computer e fateci sapere il risultato commentando questo articolo o sui nostri social utilizzando gli hashtag #andràtuttobene, #iorestoacasa, #staywithDiplomatici.

Potrebbe anche interessarti